Titolo Originale: The Calling
Prezzo: 19.98 €
Console: Wii
Data di rilascio: Marzo 2010 (disponibile)
Lingua: Testi in italiano, Manuale in italiano, doppiaggio italiano
Multiplayer: No

Recensione di Kazeyumi (Speciale di Halloween, terza parte)

Per la terza e ultima parte dello speciale di Halloween propongo un videogioco in puro stile Jhorror by Nintendo. Buona lettura!

Trama: Tutto gira intorno ad una pagina web misteriosa, su cui gira la voce che chi la visita debba morire. In particolare parteciperete alle storie di quattro personaggi diversi che avendo visitato la pagina web, si ritroveranno in una dimensione parallela piena di spettri piuttosto ostili.
Le quattro storie sono tutte intrecciate (bene, non alla Tsumitsuki!) tra di loro e per completare il gioco dovrete passare da un personaggio all’altro, avanti e indietro nel tempo. Per questo è bene seguire con attenzione il gioco o rischierete di non capirci più nulla.
Voto alla trama: 7.5

Gameplay: La visuale è in prima persona e il giocatore deve comandare il personaggio con lo stick analogico del Nunchuck e lo sguardo con il puntamento del Remote: purtroppo non sempre la telecamera segue alla lettera i movimenti compiuti tramite la periferica Wii e questo può diventare un problema durante le fughe o momenti simili. Il vero problema del gioco è però il fatto che nella maggior parte del tempo ci si ritrova a passeggiare per le ambientazioni, senza uno scopo preciso e obbiettivi da raggiungere. Spesso capitano incontri ravvicinati con i fantasmi durante i quali bisogna scuotere velocemente il telecomando Wii per liberarsi prima che il personaggio subisca troppi danni psicologici. Questo inizialmente può inquietare, ma lungo andare annoia decisamente. Inoltre la presenza di stanze inutili è stupefacente: ci si ritrova ad esplorare e aprire quantità assurda di cassetti e sportelli vuoti, che non portano assolutamente a nulla.
Molto bello però il sistema dei cellulari, grazie al quale ci si può teletrasportare da un luogo all’altro, risolvere puzzle, registrare conversazioni dei fantasmi impossibili da percepire per l’orecchio umano e chiamare gli altri personaggi, se questi ti hanno lasciato il loro numero.
Voto al Gameplay: 6

Personaggi: I protagonisti sono quattro, molto diversi tra loro. Caratterizzati abbastanza bene, senza essere nulla di speciale. Il personaggio un po’ più deludente se vogliamo è l’otaku, completamente stereotipato e poco approfondito, ci si dimentica presto di lui, finché non lo si vede riapparire durante le storie degli altri personaggi.
Voto ai personaggi: 7

Grafica e sonoro: La grafica è un po’ debole, in compenso le atmosfere horror sono realizzate meravigliosamente: l’oscurità delle ambientazioni, presenze che appaiono sullo schermo per pochissimi attimi tanto da non essere distinguibili, il costante silenzio spezzato da rumori misteriosi. Un vero e proprio horror in stile giapponese, dove la tensione è creata dalle piccole cose più che dai colpi di scena audiovisivi o scene splatter piene di sangue tipiche dello stile americano.
Purtroppo è stato doppiato in italiano, e se come tutti dicono i nostri doppiatori sono tra i migliori del mondo, non vale di sicuro in questo caso: recitazione pessima e accenti dialettali troppo evidenti. Questo rovina un’altra parte ottima del gioco: quando il telefono squilla (i momenti in cui squilla sono ben studiati e spesso fanno fare un bel salto dalla sedia) bisogna avvicinare il remote all’orecchio per ascoltare i bisbigli insensati e inquietanti degli spettri che però sono appunto rovinati dal doppiaggio italiano.
Voto alla grafica e al sonoro: 8

Media: 7/7.5

Commento personale di Kazeyumi: Adoro questo videogioco con tutti i suoi difetti e mi piace molto giocarci di notte, da mezzanotte in poi. Purtroppo mi rendo conto che il principale motivo per cui ci gioco è il senso del brivido, più che per un buon gameplay e una buona esperienza di gioco.
Lo consiglio quindi a chi ama i film horror dell’estremo oriente e per una volta vuole esserne il protagonista, invece che un semplice spettatore.
Mi resta una sola cosa da dire…. Attenzione a quando chiudete il menù!

Bene, questo è il termine dello speciale di Halloween, spero che lo abbiate apprezzato.
Non mi resta che augurarvi una buona serata all’insegna dell’orrore, divertitevi e non dimenticate di guardarvi le spalle… presenze paranormali sono pronte a colpire in qualsiasi momento!

Alla prossima recensione!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...